Vasco Modena Park

19959065_1444612718958786_1756229531133979453_n

 

 

Vasco Modena Park 2017, la scaletta del concerto

Intro: “Also Sprach Zarathustra”
Colpa d’Alfredo
Alibi
Blasco Rossi
Bollicine
Ogni volta
Anima fragile
 (con Gaetano Curreri al piano)
Medley al piano: Jenny è pazza, Silvia, La nostra relazione
Splendida giornata
Ieri ho sgozzato mio figlio
Delusa Medley
 (con Delus, T’immagini, Mi piaci perché, Gli spari sopra, Stasera, Sono ancora in coma, Rock’n’roll show)
Ultimo domicilio conosciuto (con Maurizio Solieri)
Vivere una favola
Non mi va
Cosa vuoi da me
Siamo soli
Come nelle favole
Vivere
Sono innocente
Rewind
Liberi liberi

Interludio – Andrea Braido
Medley Acustico: Ed il tempo crea eroi, Una canzone per te, Ridere di te, Va bene va bene così, Senza parole
Gli spari sopra
Stupendo
Sballi ravvicinati del terzo tipo
C’è chi dice no
Un mondo migliore
I soliti
Salli
Un senso
Siamo solo noi
Vita spericolata
Albachiara

 

images

 

Vasco Modena Park – Fan Kit edizione numerata

 

Keywords: Evento, musica

Vasco-Rossi-Modena-2017-foto-recensione-scaletta-concerto-1-luglio-740x494

 

Coldplay – All I Can Think About Is You

All I can think about is you
Taken from the upcoming Kaleidoscope EP, out July 14 (digital) / August 4 (CD & vinyl). Pre-order the EP now: https://parlopho.ne/KaleidoscopeEP
Follow Coldplay:
Credits: Director/ Animation: I Saw John First Animation: Matt Lloyd Producer: Zoe Muslim Production Company: Strange Beast

 

Andrea Budu Toniolo : Il limite che non c’e’

17457337_628549037269747_5310172147345290765_n

 Un libro consigliato per l’estate o anche perche’ no per l’inverno dipende da quale parte del globo vi trovate. A questo punto lascio la parola ad Andrea Budu Toniolo.

Buona lettura.

Le difficoltà capitano a tutti prima o poi nella vita, è inevitabile. Ci sono ostacoli che non si possono aggirare, non esistono scorciatoie in questi casi, sopratutto per quanto riguarda il dolore. Nel 2012 ho avuto la “fortuna” di averne incontrato uno davvero grande di ostacolo; forse il risultato di tutti gli anni in cui la mia vita era scivolata via liscia e veloce per 22 anni. Proprio grazie ad un incidente però è iniziata la mia scalata verso “Il limite che non c’è”!

Clicca qui 

Prima che mi andassero in pappa legamenti della caviglia e si lacerasse il quadricipite sinistro, correre dietro ad un pallone per 90 minuti mi sembrava già una bella faticaccia per essere un divertimento. Poi però sono dovuto rimanere fermo per quasi sei mesi; molte settimane sdraiato a letto, una parte della convalescenza affrontando la depressione e rivivendo il suono delle carene della mia moto che si spezzavano sotto le ruote della macchina ogni notte. Poi però la scintilla. Il risveglio da quel torpore che anni di vita, considerata normale, avevano finito per inibire i miei sentimenti più profondi. Ho così pensato alla meta, dato un po’ di aria fresca al cervello, conosciuto il mio nuovo allenatore, regalato le mie scarpe da calcio quasi nuove, nascosto le stampelle in soffitta e acquistato le mie prime scarpe da corsa! Era il mese di marzo del 2013 quando ho eseguito il primo test sul tapis roulant, per capire se potevo essere uno dei cavalli da corsa che Simone Bortolotti nella sua carriera aveva avuto il piacere di allenare.
Dopo quella prova avevamo entrambi le idee chiare: Simone con un sorriso cercò di nascondere il grande cilecca che probabilmente il suo intuito aveva fatto nel portare l’attenzione su di me, ed io avevo comunque già l’idea che le punte delle mie sue si sarebbero rivolte verso il grande NORD proprio come quando Cris McCandless si sentì attratto fatalmente dall’Alaska. Ero troppo concentrato, troppo motivato e sopratutto troppo felice per ascoltare le persone che mi dicevano che era tutto impossibile. Così dopo 3 mesi dalla riabilitazione mi sono trovato, alla vigilia del mio compleanno, il14 giugno, alla linea di partenza della prima gara della mia vita. Il MAGRAID 100 km nella steppa. 17esimo all’arrivo e primo nella classifica dei miei sogni. La felicità incominciava ad arrivare a grandi sorsi, dandomi sollievo ma mai dissetandomi completamente. Fino a quando il 19 aprile 2015 sono partito, lasciando il lavoro e sopratutto lasciando il cuore in mano alla mia fidanzata Anna promettendole che sarei ritornato a riprenderlo dopo 4 mesi, 4500 km e 6 nazioni attraversate con una bella candela profumata per illuminare qual brutto periodo passato. I soldi mi pesavano molto nelle tasche e sarebbero stata una zavorra troppo pesante, mentre l’amore mi rendeva le gambe leggere e ricche della forza che mi avrebbe spinto da Galliera Veneta fino a Caponord di corsa, in 84 giorni anziché i 120 previsti. 9 scarpe consumate che meglio di chiunque potrebbero raccontare che cosa è stato questa fetta di vita che ha avuto più sapore di qualsiasi altra leccornia che abbia mai assaggiato in vita mia. Ci hanno comunque provato a raccontarla questa storia; prima il regista Alberto Scapin con il documentario “CAPONORD TheRunnerDoc” e poi io stesso con il libro “il limite che non c’è”. Ma è stato tutto troppo denso di sentimenti, troppo vicino alla perfezione e sopratutto troppo pieno di vita per essere riportato senza filtri. Ogni tanto passo lo sguardo lungo la tomaia dell’unico paio di scarpe che ho riportato a casa, proprio quelle che hanno toccato il globo di ferro per prime, provando a tirargli fuori quella risposta che ancora oggi riaffiora dolce e forte come il retrogusto di quel biscotto offerto da una anziana signora dal nome impronunciabile che mi aveva visto arrancare sotto la pioggia gelata della Lapponia. “Ma come abbiamo fatto a trascinarci dietro un carretto zeppo di cose per 60 km al giorno?”.
Ogni volta che glielo chiedo sembra quasi che sorridano strizzandomi l’occhio!!! Ora dopo due anni, dopo aver posizionato l’asticella del mio limite abbastanza in alto per poter ripromettermi di riprovarci, sono qui sdraiato. Di nuovo. Sempre per un incidente. Una vertebra e lo sterno fratturati mi hanno trascinato di forza davanti il cartello che segna il bivio con il quale dovrò misurarmi presto. Tentare di continuare a lavorare, fare qualche gara per sopire quella irrefrenabile voglia di consumare le suole o ritornare sulla strada ad essere risucchiati dal mondo e dall’intensità che solo il profumo della Scandinavia e la vista della prima renna della mia vita hanno saputo regalarmi? L’unica cosa certa è che tutti prima o poi dovremo affrontare delle difficoltà. La differenza sta solo in che modo le affrontiamo. Per questo l’unico consiglio che mi sento di dare a tutte le persone è……..sorridere. SEMPRE!
Buona vita

Andrea Budu Toniolo

clicca-qui-rosso

CopertinaToniolo

Nathan Mundraby: Midin Art Collection

MAC1

by Nathan Mundraby

Dubai Exhibition 2017

Midin Modern Art

Nathan Mundraby

Nathan Mundraby

From the Midin Art Collection, you can now buy some pieces of art by Nathan Mundraby aboriginal modern artist.

He has performed in the Hugh Jackman show, from Broadway to Oz and will exhibit his paintings in Dubai in july 2017. It is highly recommended to visit his exhibition to see his one and only artworks in person.

Among the Midin art collection works, there are The freshwater Bird dreaming, the Billabond dreaming both on sale for 50.000 Aud, didgeridoos (150$) and boomerangs (120$).

Every piece, is exclusive and you will read it on its own certificate. In case of purchase, only you have that piece of the collection, a unique artwork of Mr Mundraby.

For more information please write to: redazione.ibkoala@yahoo.it

Nathan Mundraby

19810_154734948014987_1909529571_n

Mathan Mundraby

Simone Sparnaccini in arte Mc Out presenta i nuovi brani per il suo album ‘Sempre sulla cresta dell’onda’

Simone Spardaccini

Sparnaccini Simone in arte Mc Out inizia la sua carriera 15 anni fa quando la musica hip hop cominciava a fiorire in Italia. Da sempre convinto che la musica è per tutti, indirizza il suo stile rap sulla via del romantico con melodie orecchiabili e parole comprensibili, tenendosi sempre lontano dal parlare di politica, droga o del ghetto. Insieme al suo gruppo composto da 10 ballerini 5 coristi incise il suo primo mini album “per adesso solo un assaggio ” che in un anno circa vende 9800 copie.

 

Prossime uscite

Successivamente continua a scrivere e cantare ma solo per puro diletto anche se alcune etichette discografiche lo contattarono con belle offerte.  Nel 2016 inizia un nuovo progetto “Sempre sulla cresta dell’Onda ” un album complesso multilingua, il quale ad oggi ben 6 pezzi sono già pronti tra cui: PASSA IL TEMPO – LONTANO – TE AMO- LO HAI VOLUTO TU- DEDICATA A VOI- FAVOLA.


Al momento il nostro artista sta  lavorando al settimo pezzo, una cover sulla base della colonna sonora del film Titanic. Si prevedono ben 10 pezzi alla fine del progetto.

Iniziative e promozioni

Il nostro MC out è stato in onda su Radio Artista e ci ha parlato della sua esperienza musicale.

Si prevede un futuro molto radioso per il nostro artista in vista dell’uscita di un album del tutto innovativo che saremo lieti di trasmettere in diretta radio e con titoli all’avanguardia per quello che verte anche il trend attuale del suo genere musicale.

Simone Out su FB: https://www.facebook.com/OUTHIPHOP/?fref=ts

 

A cura di Emanuele Caracci – direttore@radioartista.com

 

Info e contatti:

Radio Artista & Blog L’Artista

www.radioartista.comwww.blog.radioartista.com

info@radioartista.comblog@radioartista.com

 

Francesco Ferrovecchio Videomaker

Image

To read in English please scroll down

Francesco Ferrovecchio è un giovane artista con tutti i requisiti per lavorare nel campo della regia e della fotografia, la qualità delle immagini e la scelta della musica, sono di alto livello.  Vi invito a guardare il video, giudicate voi stessi. Buona visione

Isabella Bianchini

 

About Francesco Ferrovecchio

Ho 20 anni e vengo da Verona, ora come ora sono al secondo anno di ingegneria all’università di Trento. Il cinema e la fotografia sono una mia grande passione da molti anni, e ho iniziato a coltivarle seriamente a partire dal 2012, quando ho acquistato la mia Canon EOS 650D, con cui giro tutti i miei video e scatto tutte le mie foto (talvolta anche con la GoPro). Avrei piacere nel riuscire a fare regolarmente questo tipo di video in giro per l’Italia e per il mondo, però non è sempre facile riuscire a viaggiare, quindi faccio quello che posso.

Il canale di Francesco Ferrovecchio su Youtube

Si ringrazia Francesco Ferrovecchio e Dragobarbuto.

Se volete contattare Francesco Ferrovecchio scrivete a redazione.ibkoala@yahoo.it

Francesco Ferrovecchio is a young artist with the right skills to be a professional videomaker and photographer, the quality of the music and photograph is high level. So now sit down and watch the video. Judge for yourself.

Isabella Bianchini

Enjoy the video

About Francesco Ferrovecchio

I am 20 years old I am from Verona and at the moment i am attending the second year of  engineering at Trento University. Cinema and photography have been big passion since many years and I’ve been starting working on my projects seriously from 2012 when I bought my Canon EOS 650D, that i use to make all my videos and I take my photos (sometimes I use also a GoPro). I’d like to make regurarly this kind of video around Italy and the world, however it’s not always easy to be able to travel so I do me best.

Francesco Ferrovecchio’s youtube channel

Video courtesy of Francesco Ferrovecchio

 To contact Francesco Ferrovecchio please write to: redazione.ibkoala@yahoo.it

Editoriale – Editorial

Ciao a tutti scusate l’assenza prolungata ma ora ricomincerò a postare articoli.

Se siete fotografi, registi di video, musicisti e volete pubblicizzare un evento su Ibkoala, scrivete a redazione.ibkoala.mylbog.it

Ovunque siate ora, sedetevi, rilassatevi e godetevi la lettura magari con un buon cappuccino, te o qualche bevanda dissetante. Non passate troppo tempo al pc però mi raccomando! Tanto potete collegarvi quando volete, vi aspetto!

Per domande e curiosità scrivetemi.

Buona lettura.

Isabella Bianchini

Amaca-per-arredare-langolo-relax-di-casa

 

Hi everyone, it’s been a while, however I’m posting new articles now.

If you are photographers, video makers and would like to promote on Ibkoala website, write to redazione.ibkoala@yahoo.it

Anywhere you’re right now, sit down,  relax and enjoy your reading with a good cappuccino, latter, tea or soft drink. Don’t get tired spending too much time at the computer! You can connect whenever you like and you’re always welcome to write your messages!

For questions please write me.

Enjoy the reading

Isabella Bianchini

 

stone

Film: The mummy

 

maxresdefault-1

 

In theaters June 9, 2017
www.themummy.com

Tom Cruise headlines a spectacular, all-new cinematic version of the legend that has fascinated cultures all over the world since the dawn of civilization: The Mummy.

Thought safely entombed in a tomb deep beneath the unforgiving desert, an ancient princess (Sofia Boutella of Kingsman: The Secret Service and Star Trek Beyond) whose destiny was unjustly taken from her is awakened in our current day, bringing with her malevolence grown over millennia and terrors that defy human comprehension.

From the sweeping sands of the Middle East through hidden labyrinths under modern-day London, The Mummy brings a surprising intensity and balance of wonder and thrills in an imaginative new take that ushers in a new world of gods and monsters.

Cruise is joined by a cast including Annabelle Wallis (upcoming King Arthur, television’s Peaky Blinders), Jake Johnson (Jurassic World), Courtney B. Vance (TV’s American Crime Story: The People V. O.J. Simpson) and Oscar® winner Russell Crowe (Gladiator).

The creative team on this action-adventure event is led by director/producer Alex Kurtzman and producer Chris Morgan, who have been instrumental in growing some of the most successful franchises of the past several years—with Kurtzman writing or producing entries in the Transformers, Star Trek and Mission: Impossible series, and Morgan being the narrative engineer of the Fast & Furious saga as it has experienced explosive growth from its third chapter on. Sean Daniel, who produced the most recent Mummy trilogy, produces alongside Kurtzman and Morgan. www.themummy.com

 

 

 

 

 

 

Trailer italiano:

 

Al cinema dall’8 giugno 2017.
Seguici su Facebook https://www.facebook.com/LaMummiaFilm/

Genere: Azione/Avventura
Con: Tom Cruise, Sofia Boutella, Annabelle Wallis, Jake Johnson, Courtney B. Vance and Russell Crowe
Diretto da: Alex Kurtzman
Scritto da: Jon Spaihts, Christopher McQuarrie
Prodotto da: Alex Kurtzman, Chris Morgan, Sean Daniel
Produttore esecutivo: Sarah Bradshaw
Tom Cruise sarà il protagonista della spettacolare e completamente rivisitata versione della leggenda che ha affascinato le culture di tutto il mondo sin dall’inizio dell’umantà: La Mummia (The Mummy).
Creduta sepolta in una cripta in profondità sotto un deserto che non perdona, un’antica regina (Sofia Boutella di Kingsman – Secret Service e Star Trek Beyond) il cui destino le è stato ingiustamente strappato via, si risveglia nei giorni nostri portando con se una malvagità cresciuta con lei nel corso dei millenni e terrori che sfidano la comprensione umana.
Dalle vaste sabbie del Medio Oriente fino ad arrivare a labirinti nascosti sotto un’odierna Londra, La Mummia (The Mummy) porta una sorprendente intensità e un mondo di meraviglie ed emozioni in una nuova e fantastica visione che inaugura un nuovo universo di dei e mostri.
Cruise sarà affiancato da un cast d’eccezione che comprende anche Annabelle Wallis (presente nel prossimo King Arthur e nella serie televisiva Peaky Blinders), Jake Johnson (Jurassic World) e Courtney B. Vance (della serie televisiva American Crime Story: The People V. O.J. Simpson).
Il team creativo di questo nuovo mix di azione e avventura è guidato dal regista / produttore Alex Kurtzman e dal produttore Chris Morgan, che hanno svolto un ruolo fondamentale nella crescita di alcune delle serie di maggior successo degli ultimi anni, con l’apporto di Kurtzman nella sceneggiatura e nella produzione di Transformers, Star Trek e la serie di Mission: Impossible, e le capacità di ingegnere narrativo Morgan in Fast & Furious come abbiamo potuto constatare dalla sua crescita esplosiva dal terzo capitolo della saga in poi. Sean Daniel, che ha prodotto la più recente trilogia de “”La Mummia””, sarà anch’egli produttore al fianco di Kurtzman e Morgan.