Oculus

We’re excited to announce that Rift is now available to pre-order for $599 USD* onOculus.com and it will ship to 20 countries** starting March 28. People have been dreaming about immersive high-end VR for decades, and we’re thrilled to share Rift with you this March.

Rift will also be available in limited locations at select retailers starting in April.

newblog1.2

What’s in the box?
Rift includes the headset with built-in headphones and mic, sensor, and an Xbox One controller. The controller is perfect for a variety of games, including Lucky’s Tale, the amazing VR platformer developed by Playful, that we’re including free with every Rift.

riftblogcomplete.1

Rift also includes the Oculus Remote.

remoteblog1.2

The Oculus Remote is a new input device we designed to make it simple and intuitive to navigate VR experiences. With Remote, you can easily browse the Oculus store, explore 360 video content in Oculus Video, or experience a wide range of VR games and entertainment. It is the easiest way to introduce non-gamers to VR.

When you pre-order Rift, you’ll also secure your place in line for Touch pre-orders later this year.

Compelling, made-for-VR content
All Rift pre-orders include access to EVE: Valkyrie through the Founder’s Pack, which will include exclusive in-game content, founder status in Valkyrie, and much more. Details about everything included in the EVE: Valkyrie Founder’s Pack will be revealed soon.

eveblog1.2

Lucky’s Tale and EVE: Valkyrie are just two of the amazing titles you’ll be able to play when Rift launches — dozens of full-length, AAA games designed for VR are coming to Rift, with more than 100 titles available by the end of 2016, including Minecraft!

blogminecraft1.2

We’ve been working with some of the top developers in the industry to create incredible, new made for VR games and experiences. In 2016 alone, Oculus Studios will introduce more than 20 games that are coming exclusively to Oculus this year, including Rockband VR by HarmonixEdge of Nowhere by Insomniac, and The Climb by Crytek. We’ll be announcing additional titles soon!

riftgamesblognew.1

Is your PC Oculus Ready?
For the full Rift experience, we recommend the following PC system:

  • graphics card: NVIDIA GTX 970 / AMD R9 290 equivalent or greater
  • processor: Intel i5-4590 equivalent or greater
  • memory: 8GB+ RAM
  • output: Compatible HDMI 1.3 video output
  • input: 3x USB 3.0 ports plus 1x USB 2.0 port
  • operating system: Windows 7 SP1 64 bit or newer

You can also check whether your current PC meets our recommended specification right now with the new Oculus compatibility tool.

Oculus Ready PCs
If you need a new PC to power your Rift, Oculus Ready PCs will be certified to meet our recommended system specification and have been tested by Oculus to ensure they deliver a great experience with Rift.

riftreadyblog

Bundles that include an Oculus Ready PC and a Rift will be available for pre-order in February starting at $1499.

If you pre-order Rift today, you’ll be able to order an Oculus Ready PC at the special bundle price, and of course, your Rift ship date won’t change.

riftblogpierre1

This is just the beginning. We can’t wait to share more about the incredible games and experiences coming to Rift this year. Touch will ship in the second half of the year and will unlock entirely new interactions that let people take their VR experiences further than ever before.

Thank you for being part of this landmark moment in VR. We’ll see you in Rift.

— The Oculus Team

*Additional fees may apply, including tax and shipping costs. Price may vary for non-USD purchases. Final pricing presented at checkout.

**We’re initially shipping to the following countries: Australia, Belgium, Canada, Denmark, Finland, France, Germany, Japan, Iceland, Ireland, Italy, Netherlands, New Zealand, Norway, Poland, Spain, Sweden, Taiwan, United Kingdom, United States.

https://www.oculus.com/en-us/blog/oculus-rift-pre-orders-now-open-first-shipments-march-28/ 

Tecnologia: Stampante 3D

DSC78261-960x280.jpg
La stampante 3D, come dice la parola stessa, serve per produrre oggetti in tre dimensioni. Lorenzo Cantini studente di archeologia di Firenze insieme a suo fratello Luciano ingegnere elettronico ha messo su un team di ricerca e sviluppo per la realizzazione di un modello di stampante 3D tangibile partendo da un disegno cad 3D, per cui i limiti della macchina vengono dettati solo dalla fantasia del suo utilizzatore, dando così origine al progetto Kent’s Strapper. Per un assemblaggio complessivo ci sono voluti 6 mesi. I risultati ottenuti hanno permesso di avere oggetti funzionanti come un fischietto che realmente fischia o un calice che contiene liquidi. E’ una tecnologia che si chiama sistema di prototipazione rapida.

Il progetto Kent’s Strapper è open sourse questo significa che esiste una piattaforma dove persone con diverse competenze collaborano per creare un progetto comune.


Charles W. (Chuck) Hull è l’inventore che ha realizzato la prima stampante 3d nel 1980 utilizzando la tecnica  che prende il nome di stereolitografia. Hull ha fondato un’azienda, la 3D Systems che crea macchine per stereo litografia.

Le tecniche di stereo litografia sono a laser oppure per deposizione o stampa tridimensionale. Quest’ultima utilizza macchine e materiali meno costosi rispetto a quella laser.

Il primo modello realizzato da Hull è di tipo SLA (StereoLitograpy Apparatus) nel tempo le tecniche si sono evolute fino a giungere alla messa a punto di tecnologie differenti quali LOM (Laminating Object Manufactoring) SLS (Selective Laser Sintering), FDM (Fused Deposition modeling) LENS (Laser engineered net shaping).

 

20120609-Chuck-Hull-Receives-Cube.jpeg

Chuck Hull inventore della stampante 3D

 

 

 

 

Fonte: Wikipedia

Articolo di Isabella Bianchini

Prototipi da strapazzo

discovery.jpg

Prototipi da strapazzo: pizza express

 

(Prototype This)

prototype660_2.jpg

 

 

Il programma in onda su Discovery canale 401 di Sky è una serie composta da tredici episodi, in ognuno dei quali un esperto team di scienziati, ingegneri e inventori dalla base di San Francisco mette a frutto la propria esperienza nel campo della robotica, del design, dell’elettronica e ingegneria meccanica. L’effetto che si avrà non sarà certamente di esperti all’opera ma di un gruppo di amici folli che ha uno scopo ben preciso, quello di unire le proprie menti ed esperienze per creare invenzioni incredibili e si divertirà con i suoi esperimenti.

Avete mai sognato per esempio di ricevere una pizza con un sistema di consegna a domicilio del futuro? Se vi trovate a san Francisco, potrete ordinare una pizza con una consegna express davvero originale.

In questa puntata di “Prototipi da strapazzo”, un team di veri esperti della tecnologia, si cimenta in imprese un po’ folli. I nostri protagonisti creano un robot con le sembianze di un cuoco che loro hanno soprannominato Luigi che porta le pizze a domicilio grazie alla memorizzazione delle strade con il navigatore satellitare. Dopo aver lavorato per una notte intera il nostro team crea un distributore automatico di pizze, una vera invenzione tecnologica. Ad ogni ordine il cliente paga con una carta di credito, il cui codice si inserisce sulla tastiera del distributore dopo aver inserito la pizza in uno dei cassetti elettronici, il robot trasporta il distributore fino all’indirizzo prefissato, il cliente passa la carta e può ritirare la sua pizza dal distributore. Per testare il robot si creano degli ostacoli, il robot abilmente dotato di microcamera a sensore riesce ad evitare un pedone e riesce anche ad evitare un’auto che arriva all’improvviso consegnando la pizza all’indirizzo prestabilito.

In un secondo tempo il team di inventori memorizza i dati per teleguidare un’auto per un tragitto da San Francisco fino a Treasure Island. Con la scorta della polizia che ha chiuso le strade, l’auto percorre il suo tragitto e ha solo un piccolo inconveniente in curva ma la pizza arriva a destinazione. Probabilmente il nostro team di tecnici ha mangiato un’infinità di enormi pizze con la scusa di testare tutte le folli invenzioni.

Attraverso un dirigibile il team cerca di telecomandare il trasporto di una pizza, ma il peso è maggiore rispetto alle dimensioni del mezzo e alla trazione dei ganci così i tecnici devono attrezzarsi di un dirigibile molto più grande questa volta sono loro a guidarlo, un’impresa tutt’altro che facile perché devono dirigersi verso una traiettoria ben precisa e lanciare la pizza dal mezzo aereo. Il pacco arriva a destinazione e ancora una volta il gruppo soddisfatto degusta la pizza.

La caratteristica del programma è unire la scienza e la tecnologia ad uno scopo utile e anche molto divertente, con la sorpresa della riuscita nell’impresa, insomma in poche parole se vi sintonizzate anche per caso su Discovery Channel resterete stupiti di cosa sia in grado di progettare il gruppo di esperti e vi divertirà vederli al lavoro.

Resta solo una domanda, quale sia il nome della pizzeria che a San Francisco ha progettato questo genere di consegne…

 

Articolo di Isabella Bianchini